RIMBORSI PER FATTURAZIONE TELEFONIA PER 28 GIORNI COME FARE

“Ridurre il periodo di fatturazione

da 30 a 28 giorni significa far pagare ai consumatori una mensilità in più ogni anno con un incremento tariffario dell’8,6 per cento. Per questo abbiamo denunciato Sky Italia all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Presidente dell’Unione Nazionale Co

nsumatori,  ottenendo grande vittoria.

Nel mese di dicembre 2017, l‘Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha deliberato di sanzionare gli operatori TIM, Vodafone, Wind Tre e Fastweb per la mancata osservanza della propria delibera in materia di cadenza di rinnovo delle offerte e di fatturazione dei servizi, relativamente alla telefonia fissa e alle offerte convergenti fisso-mobile. Si tratta di 1,16 milioni di euro per ciascun operatore (il massimo della sanzione prevista).L’Autorità ha nel contempo emanato apposite linee guida per spiegare agli operatori come interpretare correttamente l’obbligo a fare una tariffazione “mensile”, come indicato dall’ultima Legge di Bilancio, ciò significa obbligo a rispettare il mese solare. i

Resta poi il problema dei rimborsi per il pregresso: l’AGCOM ha previsto che questi importi vengano stornati (e quindi restituiti agli utenti) nella prima fattura emessa con cadenza mensile. Non sempre accade perciò chi non avesse avuto il rimborso possono contattare e  se hanno bisogno di assistenza,  i nostri esperti scrivendo all’indirizzo email avvocatom.giugliano@libero.it o recarsi presso il nostro sportello in Piazzolla Nola alla via castellammare 199/A per Nola e dintorni